L’arbitro napoletano Martiniello travolto da un treno

In Dilettanti Regionali

L’arbitro napoletano Antonio Martiniello, di 31 anni, è morto travolto da un treno. La tragedia è avvenuta a Porto Potenza nella giornata di ieri. Martiniello è l’arbitro che fu sottoposto a Daspo per una testata al portiere. Il fischietto napoletano era agli arresti domiciliari e aveva il braccialetto elettronico. L’uomo era finito a processo per stalking.

Ieri avrebbe violato i domiciliari e poi rientrato dopo pochi minuti, secondo il legale. I carabinieri, vista la violazione, erano andati ad arrestarlo, ma lui si è chiuso in casa. I militari avevano così chiesto l’intervento di rinforzi e dei vigili del fuoco per l’irruzione nell’appartamento di Martiniello. Subito dopo, l’arbitro è uscito da un balcone e ha portato con sé le chiavi di casa, la carta di credito e il cellulare che aveva anche utilizzato per rispondere alle incessanti chiamate del suo avvocato. Si è diretto verso la ferrovia ed è stato travolto da un treno perdendo la vita.

Join Our Newsletter!

Love Daynight? We love to tell you about our new stuff. Subscribe to newsletter!

Leave a reply:

Your email address will not be published.

error: Content is protected !!