Suicidio Napoli. Gli azzurri pareggiano 1-1 con il Verona e dicono addio alla Champions

In Serie A

E’ il minuto 94 di una partita incredibile quando la traversa di no a Mertens, e così un Napoli irriconoscibile, a tratti irritante e privo di mordente pareggia al Maradona dicendo addio alla Champions.

Questo il verdetto dell’ultima giornata di serie A.Una stagione da dimenticare per il popolo azzurro che si vede sfuggire l’Europa che conta a vantaggio di Milan e Juventus che si aggiungono a Inter e Atalanta per rappresentare l’Italia nella massima competizione europea.


Juric imbriglia come all’andata la squadra di Gattuso che dal canto suo ha dimostrato nella partita che conta, tutti i limiti tattici e caratteriologici che l’ha accompagnata in questo campionato, non leggendo la gara e non provando a fare nulla per cambiare le sorti di una gara stregata, a parte inspiegabili mosse della disperazione dopo il pareggio degli scaligeri.

E’ forse la fine di un ciclo visto che con i mancati introiti legati alla Champions, la società azzurra dovrà necessariamente ridimensionare ambizioni e programmi. Forte la contestazione a fine partita fuori dalla stadio nei confronti del patron Aurelio De Laurentiis.

NAPOLI-VERONA 1-1

il tabellino

NAPOLI (4-2-3-1) allenatore Gattuso: Meret; Di Lorenzo, Manolas, Rrahmani, Hysaj (71′ Mario Rui); Fabian Ruiz, Bakayoko (81′ Petagna); Lozano (67′ Politano), Zielinski (71′ Mertens), Insigne; Osimhen.

VERONA (3-4-2-1) allenatore Juric: Pandur (64′ Berardi); Ceccherini (76′ Lovato), Gunter, Dimarco; Faraoni (76′ Ruegg), Ilic, Dawidowicz (40′ Udogie), Lazovic; Bessa, Zaccagni; Kalinic (64′ Lasagna).

Reti:  61′ Rrahmani (N), 69′ Faraoni (V)

Join Our Newsletter!

Love Daynight? We love to tell you about our new stuff. Subscribe to newsletter!

Leave a reply:

Your email address will not be published.

error: Content is protected !!